Home Abruzzo A Pescara i cittadini si riappropriano di una strada

A Pescara i cittadini si riappropriano di una strada

210
0
Pescara via cavour

L’8 settembre 2023 a Pescara è successo un episodio significativo circa l’uso di una via, di un quartiere, di una città da parte dei cittadini.
L’iniziativa è partita da un gruppo di abitanti e commercianti di via Cavour che hanno voluto chiudere la strada e viverla più a misura di persona.
Ho scritto alcuni articoli circa il rapporto della città con le persone e altri ne scriverò. La strada, la città, l’Uomo

Laura Di Russo, cittadina pescarese, residente nel quartiere intorno a via Cavour, cicloambientalista impegnata per molti anni nell’associazionismo, ha scritto sui social questo post:

Cosa determina il cambiamento di una strada e della città? La funzione delle strade, o almeno di alcune di esse: non solo luogo di passaggio e di parcheggio, ma spazio libero per le persone, per la socialità, per il commercio.
Quello che è accaduto questa sera in via Cavour per l’evento organizzato dai commercianti della zona merita una riflessione seria. Migliaia di persone si sono riversate in strada, occupando i posti a sedere (tanti), riempiendo gli esercizi commerciali, le pizzerie, le gelaterie. Si respirava allegria, spensieratezza, voglia di evasione.
Da qui può partire una nuova idea di rivitalizzazione di una strada urbana su cui si affacciano un asilo, una scuola elementare, una chiesa e tanti esercizi commerciali. Una strada che non ha nemmeno una corsia ciclabile perché ogni centimetro è vincolato a parcheggi.
Una strada che potrebbe diventare un nuovo modello di spazio urbano da vivere.
E non c’erano più spazi per parcheggiare le biciclette, accatastate una sopra l’altra e attaccate dovunque lungo la Stradaparco.