Home featured Studere studere studere!

Studere studere studere!

195
0

Così esordì in latino il mio nuovo professore di italiano al 1° Liceo Classico (il terzo anno, per chi non lo sapesse) nel 1973: studiare studiare studiare!

Il 4 gennaio 2023 il ministro delle infrastrutture Matteo Salvini ha visitato il cantiere del tunnel Loppio-Busa in Trentino e poi ha incontrato la stampa a Trento (vedi video) dimostrando ancora una volta ignoranza, tanta ignoranza. Ha dichiarato in quell’occasione che il Codice della Strada “dopo 30 anni merita di essere rivisitato”: FALSO perché, caro ministro che parli spesso senza sapere (almeno stai zitto se non sei sicuro), il Codice della Strada è stato “rivisitato” in maniera importante con il decreto “semplificazioni” del 2020, inserendo norme rilevanti anche per la mobilità ciclistica.

A proposito di mobilità non posso che citare la scellerata idea, sempre del ministro delle iperstrutture, circa il ponte sullo stretto che ha mille controindicazioni di capitale importanza: quella ambientale prima di tutte, ma anche le pressanti esigenze-urgenze riguardanti la rete ferroviaria della Calabria e della Sicilia.
Quest’ultima ha 1.490 chilometri di rete ferroviaria di cui 1.267 sono a binario unico (l’85%) e 689 chilometri non sono elettrificati (il 46,2%). Esistono tratte che attendono da anni interventi di ripristino o di ammodernamento, come la linea che collega Caltagirone (CT) a Gela (CL), interrotta dal 2011 a causa del crollo di un ponte, o della Palermo-Trapani (via Milo), chiusa per smottamenti dal 2013. In Calabria c’è una situazione simile.
Cosa ci sarebbe da favorire e velocizzare in queste condizioni con il ponte sullo stretto di Messina?

Voglio solo sperare che certi ministri abbiano solo bisogno di studiare studiare studiare!